una meteora di nome volunia

Mi chiedevo qualche giorno fa se qualcuno si ricordasse ancora del motore di ricerca “antiGoogle” (così lo battezzò la stampa italiana lo scorso Febbraio) tutto italiano, o meglio tutto padovano, chiamato Volunia. Mi pare di capire che tutto l’entusiasmo iniziale si sia sgonfiato man mano che il marketing del prodotto si è dimostrato scostante, puerile ed arraffazonato. Fino al cedimento strutturale dell’intero castello di carte avvenuto lo scorso Giugno a seguito della lettera amara scritta da Marchiori (l’uomo che ha contribuito all’algoritmo di Google, si diceva). Personalmente, come probabilmente ricorderai, m’ero dimostrato alquanto scettico, e subito i miei lettori più duri e puri non hanno perso tempo a dire che mi sbagliavo e che sarebbe solo stata questione di tempo. Beh, il tempo è passato, ma accedendo al servizio vedo sempre non più di sei o sette persone connesse, e nelle mie statistiche non sono riuscito a trovare neppure un accesso proveniente da quel motore di ricerca.

Le mappe tridimensionali rimarranno per sempre nel nostro cuore

Di quest’avventura mi rimane un’email nella casella di posta, dall’oggetto scritto in italiano ed il contenuto in un inglese grossolanamente maccheronico (devono essere gli stessi che avevano tradotto il pecorino con doggy style al Ministero), di cui riporto il paragrafo di apertura. Un ottimo epitaffio da scolpire sulla lapide di Volunia.

Dear Power User,
First of all THANK YOU for your attention, curiosity and enthusiasm for the Volunia project.As such, before introducing to you the important news, we would like to apologize for our silence in these months. Our absence, which must have seemed unjustifiable, has actually served to listen and understand your precious opinions; the advices and numerous suggestions we received were actually essential to identify several problems, to improve the Beta version of Volunia and to keep developing our capability.

La parte che più fa male, comunque, è la lettera di Marchiori, in cui si intravedono tutti i mali tipici dell’Italia contemporanea: la gente che decide pur non avendo le conoscenze, i vecchi “baroni” attaccati alla poltrona che pensano più al proprio tornaconto che al reale successo di un progetto o alle generazioni future, una dirigenza che si mette subito sulla difensiva quando qualcuno ne mostra le lacune. 

(dalla lettera di Marchiori) Lascio la direzione tecnica di Volunia perché qualcun altro vuole farla al posto mio. Vuole poter decidere tutto, senza di me. E si è quindi sostituito alla mia posizione, intimandomi di farmi da parte. Di fronte a questo io sono rimasto esterrefatto. Qualcuno ha pensato che dopo tutti questi anni, lavoro e sacrifici, l’infrastruttura del progetto è pronta a partire, ora ci si può sostituire a chi ha ideato e creato questo progetto.

13
Lascia una recensione

Please Login to comment
3 Comment authors
ArquencamuFrom uk Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
From uk
Ospite
From uk

Come volevasi dimostrare.
Ancora mi stupisco di come ci siano state migliaia di persone che hanno sprecato bytes per gridare al miracolo italiano e santificare marchiori, che tristezza. Almeno ci siamo salvati dalla figuraccia internazionale visto che volunia non se l’é ciulato nessuno fuori dal belpaese.

Arquen
Ospite
Arquen

@Camu, se nelle statistiche non riesci a trovare riferimenti a Volunia, forse è perché Volunia si appoggia a Bing. Io delle volte sono entrato nel tuo blog utilizzando Volunia. 😛 Comunque, continuo a pensare che l’idea di unire la ricerca e il social sia un’idea geniale. Il “problema” è che esistono i giganti Google, Bing, ecc., quindi quel che serve a Volunia è trovare i modi giusti per farsi conoscere. Apple è diventato quello che è grazie al marketing. Il nuovo sistema operativo è una ciofeca, da quello che leggo in giro, però le persone continuano a comprare i prodotti… Leggi il resto »