l’apparenza inganna

Per smaltire l’eccesso di cibo ingurgitato in questi giorni, non c’è nulla di meglio che tenersi in allenamento. Ma visto che fuori fa freddo e la pigrizia regna sovrana, mi limiterò a farti allenare con la mente. Ti propongo un mistero da risolvere, un rompicapo da sfoggiare a tavola con amici e parenti, magari durante il cenone di capodanno. Il più bravo sarà colui che capirà il trucco, o il più veloce a collegarsi in rete e trovare la soluzione.

Il commissario Tizi era accompagnato dal suo fedele assistente Cai, quando entrò nella stanza dov’era stato compiuto il delitto. In terra giacevano senza vita i corpi di Lino e Lina, gli occhi spalancati a fissare il vuoto.

Accanto a loro una pozza d’acqua e poco più lontano una boccia di vetro, semivuota. Sulla cassettiera appoggiata al muro, c’era un gatto persiano ancora visibilmente agitato per l’accaduto, con il pelo tutto ritto. Il commissario Tizi osservò la scena nella penombra per qualche minuto, poi si girò verso Cai ed esclamò sicuro “Non c’è dubbio, questi due sono morti soffocati”, uscendo subito dopo dalla stanza. Come ha fatto? Lascia la tua soluzione nei commenti qui sotto.

Aggiornamento del 2 gennaio: la soluzione è stata trovata, se non vuoi scoprirla subito, non leggere oltre! 

3
Lascia una recensione

Please Login to comment
3 Comment authors
EmanuelecamuMonte Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Monte
Ospite
Monte

Lino e Lina sono 2 pesci.

Emanuele
Ospite

E’ vecchia però… 😛
Ciao,
Emanuele