sposta i moduli come vuoi

Nella puntata precedente abbiamo iniziato a conoscere alcune delle novità del nuovo WordPress 2.7: il nuovo approccio alla navigazione adottato nel pannello di amministrazione. Ora che sappiamo come orientarci, sarà più facile gironzolare per le pagine, e scoprire come gli sviluppatori hanno praticamente migliorato tutto. Ad esempio, una funzione che era presente in passato e che era stata “disattivata” nelle ultime versioni, era la possibilità di trascinare (drag and drop, per i tecnici) tutti i moduli di una qualsiasi pagina di amministrazione, posizionandoli a proprio piacimento all’interno del layout. Ciò è di nuovo possibile, in “grande stile” direi: a partire dalla bacheca, potrai decidere dove piazzare l’elenco dei commenti recenti, quello dei link in ingresso o le ultime novità dal mondo WordPress. Senza contare che, finalmente, il layout è stato reso liquido: una vera manna per chi ha uno schermo grande, come il mio Dell da 1600×1200 pixel.

Guardiamoli in faccia

La personalizzazione, stavolta, non si ferma qui: guardando la pagina con l’elenco degli articoli scritti, ad esempio, è possibile scegliere se avere la lista concisa (titolo, autore, data e poco altro) oppure quella più estesa, con una piccola anteprima del testo dell’articolo ed altre informazioni utili. Simile scelta può essere effettuata per la pagina dei commenti, che include tra l’altro anche l’avatar di chi ha lasciato quel messaggio, per una più immediata identificazione. Non poteva essere diversamente, da quando i ragazzi di WordPress si sono comprati il servizio Gravatar. Un motivo in più per registrare il proprio indirizzo con questo servizio, se non l’hai ancora fatto.

Scrivere più velocemente

Magari esistesse un qualcosa che consentisse di scrivere un articolo in 10 secondi, sarebbe miracoloso. Però quello che WordPress 2.7 propone ci si avvicina parecchio: il Quick Edit consente di cambiare, direttamente dalla lista dei commenti o degli articoli, i dati principali di un elemento: il titolo, l’autore, la data di pubblicazione. Perché a volte capita di voler correggere qualcosa senza per forza dover caricare la pagina di modifica nel suo intero. Non solo, nella Bacheca, il modulo che elenca gli ultimi commenti, consente il Quick Reply: scrivere una risposta senza andare sul blog. Tutte queste funzioni appaiono posizionandosi con il mouse sulla riga da modificare, quindi non allarmarti se non le vedi 🙂

2
Lascia una recensione

Please Login to comment
2 Comment authors
camuDeSantis Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
DeSantis
Ospite

Si è molto versatile e veloce. L’unica cosa che non mi gusta particolarmente è la finestra per l’inserimento del testo, era decisamente più larga nella versione precedente e non capisco perchè ora è cosi.

Comunque del resto tutto ottimo.

camu
Ospite
camu

Beh, è un campo ridimensionabile. Io lo trovo perfetto con il mio schermo 1600×1200 🙂