prove tecniche di… traduzione

Prima o poi mi dovevo decidere a dare a questo diario un’impronta più internazionale: nelle prossime settimane si prevedono grossi cambiamenti da queste parti, ed il mio blog non poteva che rifletterne alcuni aspetti. Non posso dire ancora nulla, per via della mia fede assoluta nel proverbio trapattoniano “non dire gatto se non ce l’hai nel sacco”, ma devo pur iniziare a prepararmi. Così mi son messo a provare un’estensione di WordPress che consente di scrivere lo stesso articolo in più lingue (ad esempio in Italiano ed Inglese), e di servire al visitatore quello che preferisce.

Questa novità ha un grande impatto sull’accessibilità generale, ma è per me uno stimolo a rivedere il tema che utilizzo: non tanto a livello grafico, quanto dietro le quinte, nella sala dei bottoni. Nel frattempo, se vuoi puoi provare a leggere questo stesso intervento in Inglese, cliccando sulla bandierina in alto a destra.

 

7
Lascia una recensione

Please Login to comment
6 Comment authors
claudiauna bimbacamuMatteoTrapanator Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Emanuele
Ospite

Ehm… penso che il bottoncino abbia rovinato qualcosa nel template… vedo tutte le categorie sulla sinistra, senza CSS…
Ciao,
Emanuele
PS: il feed è tornato a “feedare”. 😛

Trapanator
Ospite
Trapanator

[lang_en]Freedom is important :-)[/lang_en]

Matteo
Ospite

Sooner or later doveva succedere…

che poi mi commuovono le partenze… 😉

una bimba
Ospite
una bimba

In bocca al lupo, Camu 🙂 Allora non sei il signor Camu, sei Camu eh eh. Adesso vado subito a leggere in inglese che mi piace un sacco!

claudia
Ospite
claudia

Ciao, vedo che sei pieno di entusiasmo e ne sono proprio felice. Io, come sai, non sono molto brava con il computer e con l’inglese ma cercherò ugualmente di leggere in questa lingua e di risponderti anche se farò degli strafalcioni, così chissà che il mio inglese non migliori. W.W.W. il TERMINATOR americano. Ciao Claudia