parla con la mia mano

Solo chi ha superato la soglia degli –enta, mi rendo conto, ha potuto apprezzare all’epoca direttamente sullo schermo di un cinema, uno dei capolavori americani della fantascienza: Terminator. In cui il mitico governatore della California, all’epoca tutto muscoli e mascella, in  una scena diceva al nemico di turno talk to the hand.  Un modo di dire che non s’usa più, ma che all’epoca voleva intendere qualcosa tipo “non ho voglia di starti a sentire in questo momento, quindi se proprio vuoi continuare a parlare, dialoga con la mia mano” 🙂 Ed oggi proprio dei modi di dire (sayings, appunto) voglio parlare nel mio appuntamento periodico con l’inglese. Rimanendo in tema di chiacchiere, se vuoi lasciar intendere al tuo interlocutore di togliersi dalle scatole, dopo avergli gentilmente detto di interloquire con la tua mano, gli dirai get lost, o se proprio l’irritazione ha raggiunto il limite, go to hell. L’inferno, specificatamente, è un intercalare rafforzativo che troviamo in altre espressioni: shut the hell up, what the hell are you doing (o la versione politically correct, what the heck are you doing).

Un modo di dire che invece all’inizio mi trasse in inganno in più occasioni è I nailed it. La bellezza della lingua americana è che un sostantivo, all’occasione, diventa verbo senza neppure cambiare un po’ (credo che to google something sia l’esempio più lampante ed al passo con i tempi). Capita così che nail (unghia, ma anche chiodo), magicamente diventa to nail (afferrare, ma anche inchiodare). Ecco che quando ho sentito quel modo di dire per la prima volta, avevo pensato volesse dire “l’ho inchiodato”, anche in senso figurato come in Italiano, con il senso di “l’ho incastrato”, ovvero l’ho colto in flagrante. Invece poi ho scoperto che voleva intendere di aver afferrato con le unghie qualcosa, anche in senso figurato. Per esempio se hai passato un esame universitario dopo tante fatiche e senza la certezza di farcela, bene, è proprio il caso di dire you nailed it.

3
Lascia una recensione

Please Login to comment
3 Comment authors
camula Ragazza con la ValigiaVanessa di vitabenessere.it Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Vanessa di vitabenessere.it
Ospite

Anche se no sono ancora arrivata agli enta, ho visto questo film davvero bello.. infatti per il personaggio che interpreta arnold schwarzenegger non riesco ancora a vederlo come un governatore di uno stato, sembra un’altra persona!
personalmente adoro il modo di parlare degli americani molto di più di quelli inglesi.

la Ragazza con la Valigia
Ospite

eheheh curioso. in francese l’espressione “parle à ma main”, parla con la mia mano, è ancora utilizzata e non più di un anno fa è stata anche il titolo di una canzone ironico-demenziale cantata dal duo Fatal Bazooka. 😀

camu
Ospite
camu

@Vanessa: Si, l’americano è tutta un’altra cosa, specialmente per chi ha avuto modo di stare a contatto con entrambe le lingue. Riguardo al governatore, beh… un po’ secondo me ha portato nella sua carriera politica i suoi personaggi buoni ma duri!
@la Ragazza con la Valigia: ma pensa, non conoscevo questo modo di dire francese! Non si finisce mai d’imparare…