pollo al burro con marsala

Oggi la vostra sunshine vi propone una ricetta semplice e saporita, da utilizzare quando si arriva a casa stanchi dopo una dura giornata di lavoro, ma si avrebbe voglia di qualcosa di diverso dalla solita pastasciutta con fettina ai ferri: il pollo al marsala. Già il solo nome mette l’acquolina in bocca, non trovi? Noi l’abbiamo provata un paio di settimane fa, e vi confesso che camu alla fine si è proprio leccato i baffi (che per fortuna non ha). Gli ingredienti si trovano in ogni dispensa, e se proprio mancasse il marsala, si può usare del vino bianco da cucina. Ah, dimenticavo: ho chiesto esplicitamente a camu di pubblicarla di pomeriggio, per evitare la tempesta di succhi gastrici dell’altra volta!

Ingredienti per 4 persone

4 petti di pollo, mezzo bicchiere di vino marsala, 150 grammmi di olive verdi snocciolate, mezza cipolla bianca, 50 grammi di capperi, 100 grammi di farina per pizza, 75 grammi di burro

Tempi e strumenti

La cottura richiede circa 20 minuti, a fuoco lento. Supponendo che ti servano 10 minuti per preparare il tutto, in mezz’ora puoi gustare il risultato finale. Tieni a portata di mano un coltello, una padella, un piatto piano, un cucchiaio di legno

Taglia i petti di pollo a striscie larghe circa 4 centimetri (circa tre striscie per ogni petto) ed infarinali per bene nel piatto. Nel frattempo fai sciogliere il burro in padella, trita la cipolla e mettila a soffriggere con le olive tagliate a rondelle e con i capperi. Non appena la cipolla si sarà ammorbidita e dorata, appoggia sul soffritto i filetti panati, metti la fiamma al minimo e copri con un coperchio. Gira il pollo dopo 10 minuti, ed aggiungi il marsala. Completa la cottura per almeno altri 10 minuti, sempre a coperchio chiuso.

2
Lascia una recensione

Please Login to comment
2 Comment authors
camuPiero_TM_R Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Piero_TM_R
Ospite

Interessante ricetta! Penso che la proverò (o meglio la farò provare alla mia dolce metà o a mia madre, non sono tagliato per la cucina!).