le pesche toscane a new york

E così ieri pomeriggio, dopo una corsa contro il tempo verso l’aeroporto per evitare di perdere il volo, i nostri amici italiani hanno varcato i metal detector e si sono imbarcati sul Boeing 777 che li avrebbe riportati nel continente europeo. Gli addii, non c’è bisogno di ricordarlo, sono sempre tristi. Specialmente quando i giorni trascorsi insieme volano via inarrestabili, ed i ricordi immortalati nelle oltre 900 foto sono l’unica traccia che sia tutto successo davvero. Camminando verso il parcheggio, il groppo in gola non scendeva giù, così per farmi passare la malinconia, ho iniziato a pensare ai bei momenti passati insieme. A partire dalle colazioni a base di biscotti del Mulino Bianco di cui mi hanno portato una scorta considerevole, e di un dolce preparato dalla mamma del mio amico.

Il risultato finale, pronto da mangiare in un solo boccone

Ingredienti per circa 15 pesche

6 uova, 500 grammi di zucchero, 200 grammi di burro, un limone, 3 bustine di lievito per dolci, 1200 grammi di farina, un bicchiere di Alchermes, nutella a volontà

Tempi e strumenti

La preparazione può risultare un po’ laboriosa per chi non sa destreggiarsi bene in cucina, ma anche i più inesperti potranno ottenere risultati quantomeno passabili. Tieni a portata di mano una grattugia, una teglia da forno, un coltello, una terrina, un mattarello, uno sbattitore elettrico o una frusta da cucina, ed una pentolina per sciogliere il burro a bagno maria

In una pentolina, fai sciogliere il burro a bagno maria, a fuoco lento. Nel frattempo, separa le uova in tuorli e chiare, e monta quest’ultime a neve. Sbatti i tuorli a parte, aggiungendo poi lo zucchero, la scorza di limone grattugiata ed il burro fuso lasciato raffreddare un paio di minuti. Incorpora i bianchi montati a neve e la farina, possibilmente passata al setaccio, poco alla volta, mescolando gentilmente. 

Stendi la pasta con il mattarello, formando un foglio alto mezzo centimetro. Aiutandoti con un bicchiere, ritaglia dei cerchi di circa 5 centimetri, che disporrai sulla teglia da forno. Cuoci a 160 gradi per 10 minuti, o finché la parte a contatto con la superficie non è nocciola chiaro: se cotte troppo, le semisfere verranno dure e secche. 

Lascia raffreddare i biscotti qualche minuto, e poi unisci due semisfere usando un cucchiaio di nutella come collante. Infine rotola ogni pesca velocemente nell’Alchermes e nello zucchero, riponendola nei pirottini.

4
Lascia una recensione

Please Login to comment
3 Comment authors
Caigocamugiglio Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
giglio
Ospite
giglio

Che buone le pesche! La versione originale prevede tra le due metà crema o cioccolata e le due semisfere devono essere leggermente incavate all’interno per raccogliere maggiormente la crema o la cioccolata.

giglio
Ospite
giglio

Presumo di si. Io non le ho mai preparate perché sono troppo laboriose e a me non piace cucinare. Ma da buona toscana le mangio spesso fatte dai miei parenti o comprate al forno. Addirittura le metà delle pesche si trovano anche al supermercato in sacchetti, quindi basta fare crema e cioccolata e poi bagnarli con l’alchermes e passarli nello zucchero. La versione con la nutella è una versione moderna per fare prima, buone lo stesso immagino.

Caigo
Ospite

Questo è un dolce che nella mia famiglia non si è mai fatto, ci siamo sempre limitati a “scroccarlo” ad una zia che lo fa molto bene.
Lei però ci aggiunge anche una mandorla in centro per ricreare “l’osso della pesca”.
Non so dirti se questa sia la ricetta originale o una sua particolare interpretazione.
Il risultato nel complesso è buono.