le disegnatrici 2: la vendetta

No, non è dell’ultimo film pulp che sto per parlarti, ma di due brave disegnatrici italiane che hanno accettato di rispondere nuovamente alle mie domande per il consueto appuntamento con l’intervista doppia. Sia Calanda che Una persona intorno sono volti noti di questa rubrica, e le abbiamo già viste confrontarsi con Federico e Gaunt Noir. Mi fa molto piacere dare un po’ di visibilità al loro talento tramite il mio blog. Che poi la mia è un po’ una “fissazione” con quelli del circolo di Shockdom, nata quando ho conosciuto colui che ha ridisegnato il mio alter ego virtuale qualche anno fa (vedi note a fondo pagina, per i dettagli). Ma adesso basta con le ciance, eccoti cosa hanno risposto Calanda e Upi alle mie domande.

Raccontaci il tuo odore preferito

CDi notte, d’estate, poco prima dell’alba (clicca sull’immagine qui sotto per vedere la versione “completa” 😉 )

UBeh, da quando ho tutte queste allergie alimentari… sniffo un po’ tutto. In fondo l’odore altri non è che microparticelle di sostanza, quindi praticamente cerco di gabbare la sorte… mangiando di straforo col naso! C’è il rischio di andare in iperventilazione, ma il pericolo di indigestione almeno è escluso!! Sono diventata una specie di Jean-Baptiste Upiuille! Quindi, dovendo proprio scegliere: il mio odore preferito è senz’altro quello di un bignè panna e zabaione! Ma escluso il cibo, direi, il profumo del mare, degli alberi dopo la pioggia, dei campi d’estate, dei fiammiferi di legno accesi e dei miei album di acquerello.

Se potessi avere diecimila euro al mese…

CVisto lo stato perdurante di assenza monetaria ora come ora mi andrebbe più che bene anche averne meno di 1000 euro al mese! Immagino comunque che con una cifra simile perlomeno dormirei più tranquilla la notte, poi forse ne investirei una parte per l’acquisto di una casa e magari inizierei a dare forma ad un paio di progettini che mi frullano in testa da un po’… O più semplicemente mi farei la macchina nuova ed il resto lo spenderei in cazzate…

USarei probabilmente un membro della banda della Magliana… ma per fortuna, per il momento, continuo preferire farmi rapinare che viceversa. E ne ho già due sul gobbone! “Fermi tutti, questa è una rapina! Mani in alto! Fuori i soldi!“ (come poi, se ho le mani in alto, boh?). Il copione lo so alla perfezione, in effetti il passo potrebbe essere breve. Ma la realtà è che non saprei che farci! Oddio, è pur vero che lo sperpero si impara! Per prima cosa comunque: aprirmi una fortunatissima casa editrice, comprarmi una Cintiq e quindi dilettarmi solo a disegnare e dipingere per il resto della mia vita, diventando una molle e flaccida pigrona… Ahhh!

L’amore è bello se non è litigarello?

CIl che? L’amore? L’hanno inventato i poeti per fare rima con cuore. Già che ci siamo, parliamo anche degli unicorni o del Santo Graal! Ma ipotizziamo pure che esista, in un universo parallelo. Non posso fare a meno di notare come la vita sia già abbastanza dura, se poi la persona che ti sta accanto invece di darti quel minimo di appoggio, sicurezza e tranquillità, ti fa vivere in trincea allora che te la tieni a fare? Certamente non si può nemmeno condividere l’esistenza con qualcuno placido e tranquillo come una vacca indù, qualunque rapporto necessita per non morire di confronto e discussione, di questo ne convengo, quindi in conclusione direi che “l’amore (ammesso esista) è bello quando è equilibrato!”

UBeh, no, un po’ di baruffa ci vuole ogni tanto. Altrimenti significa o che si è senza una propria personalità o che non ci si dice la verità. (Oppure che si è soli e pure sempre d’accordo con se stessi!)  Eppoi, una delle sensazioni più belle che io abbia mai provato è stata litigare, provando già il terribile desiderio di fare pace e finire la conversazione con uno “Scemo..” detto sorridendo, sottovoce. Vuoi mettere?

Biblioteca o discoteca, e perché

CNessuna delle due. La discoteca non mi piace, non mi diverto, troppo casino, troppa gente, volume troppo alto. Poi io ballo come Homer Simpson… Con la biblioteca ho un rapporto più complesso, mi piacerebbe frequentarla ma i libri io amo “possederli”. Una volta letto un libro diviene “mio”, voglio poterlo riprendere in mano, sfogliarlo di quando in quando e rileggerlo se mi va, qundi non mi piace il fatto di doverlo restituire. Oltretutto ho tempi di lettura strani, magari in un mese leggo di fila 5/6 libri e poi ne tengo uno sul comodino per settimane, prima di cominciarlo.

ULibreria con sala da tè (o enoteca) e musica soffusa, non si può fare? Non sono decisamente il tipo di discoteca: odio la calca esagerata e il tunz tunz provenire da organi interni della cui esistenza poco prima ero certa solo grazie alle enciclopedie scientifiche e, soprattutto, non poter parlare con i miei amici per il fracasso. Generalmente do il meglio di me con qualche pezzo che mi dà la carica, mentre disegno o sfaccendo! Però mi piace il tango. Per cui posticini con un’atmosfera intima e allegra per divertirmi con gli amici, musica disco contro gli acari della polvere e la biblioteca per leggere in pace quando sono sola.

Ok, ora la domanda la faccio io: ma non vi siete ancora stufati di leggere interviste doppie alla sottoscritta e a quell’altra pazza della mia collega??! 😉

13
Lascia una recensione

Please Login to comment
7 Comment authors
Calanda » Blog Archive » Canto primo: La sfiga oscura.Federico DistefanoBaldoIl PuzzoVery Affollated People » Blog Archive » Ma uno bravo!!!… Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
lurebu
Ospite
lurebu

Dannazione .. mi devo ricordare di farmi un Gravatar .. @Upi .. io no, non mi sono stufato di leggere le interviste che vi fà .. anzi -.. 🙂 .. ma veramente .. sono andato sui voistri rispettivi blog e .. ecco .. insomma .. due graFiche come voi .. mi aspettavo … ossia .. allora sono andato a vedere il sito principale, quello del circolo .. e si in effetti lo stile .. cioè non è che proprio non c’è stile .. è un pò .. che sai insomma due disegnatrici .. poi magari .. oltretutto vicino al bottone… Leggi il resto »

Pettinalabbra
Ospite
Pettinalabbra

Finché le interviste doppie continueranno ad avere ospiti d’eccezione che sanno rispondere con questa ironia alle domande, sarà sempre un piacere leggerle!
E devo dire che mi trovo d’accordo col commentatore qui sopra, lurebu… capisco il vantaggio di apparire su una piattaforma facilmente visibile, ma si sente la mancanza di un sito personale fatto a regola d’arte!

Upi
Ospite
Upi

La piattaforma dove postiamo non ci permette interventi personali nel template. Ma Shockdom, come ha accennato Pettinalabbra, è un luogo che consente maggiore visibilità e interazione con gli altri disegnatori per cui la rinuncia è compensata da altro. Il mio vecchio blog di vignette su splinder invece era stato acconciato da un bravo web-designer, “vicino di rete” e qualche sfizio lì me lo sono potuta togliere. 😉 Per il sito personale, non è detto che non si abbia sotto mentite (o vere) spoglie o che non si avrà. 😉 Intanto spero potrete continuare a godere dei contenuti, che sono l’unica… Leggi il resto »

camu
Admin

@Upi: sono pienamente d’accordo con te, quello che conta nel vostro caso sono le vignette, del layout ce ne frega ben poco. Come si dice in questi casi, non è l’abito (del sito) che fa il monaco 😉 E poi, a caval donato non si guarda in bocca…

lurebu
Ospite
lurebu

Si, certamente i contenuti, appunto le vignette sono importanti .. anche se ..
Comunque, a ciò che ho detto, volevo aggiungere che la piattaforma si vede molto meglio in IE.
Con FFox, quello che uso abitualmente, la resa è terrificante. Colonne mozzate, immagini ripetute, ecc ecc
Magari qualcuno potrebbe ‘comunicare’ la cosa al WebMaster.

@Upi, dici che la piattaforma non permette customizzazioni particolari. Ma ho visto che alcuni ‘ospiti’ hanno wordpress .. http://shockdom.com/rx/wordpress/ .. magari è il padrone della piattaforma .. non so .. va bene .. la smetto di dare fastidio 😀

lurebu
Ospite
lurebu

Credevo di averlo postato .. ma non lo trovo.

Volevo solo comunicare che il Layout del sito ShockDom si vede male, ma molto male, in FFox (Il browser che utilizzo normalmente), mentre è decente (Almeno non vengono mozzati i link) in IE.
Anche questo ha evidentemente influenzato il mio giudizio e forse anche quello di qualcun’altro. Deliziose, ci tengo a precisarlo, invece le vignette 😀

Saluti a tutti

trackback
Very Affollated People » Blog Archive » Ma uno bravo!!!…

[…] Ah, dimenticavo di segnalarvi la seconda doppia intervista tra me e stavolta…Calà!  (ndr: la prima fu questa con il bravissimo Federico Di […]

Upi
Ospite
Upi

@ Camu: 🙂 Eggià!

@ Lurebu: Credo sia ancora in fase di aggiornamento e per quello si visualizzi con tutti i problemi che hai accennato. Ritenta sarai più fortunato (forse!). Ciao!

Il Puzzo
Ospite

Penso che non mi stuferò mai di leggere le interviste doppie a voi due, anche se eravate più di due, con tutto ciò che vi portate appresso…

Per la piattaforma, purtroppo o per fortuna, è meglio avere un contenitore unico e poi riempirlo con le vostre stupende strippe.

Per i 10.000 euri al mese … 😛

Baldo
Ospite

Aaahhhhh, DEONTOLOGIA PROFESSIONALE questa sconosciuta!!! Camu, scusa se mi permetto, ma in questo genere di interviste bisognerebbe essere un pochetto più professionali, dai! Odori, sapori… dire, fare e baciare (lettera e testamento)… ma che domande sono, su! Le domande che avresti dovuto fare loro (prendi nota, mi raccomando) a mio avviso dovevano essere di questo tipo: 1) siete fidanzate? (e se rispondevano sì la domanda successiva sarebbe stata) 2) sono molto GROSSI i vostri rispettivi fidanzati? (se invece rispondevano no alla 1), la domanda successiva sarebbe stata) 2) quali sono i numeri dei vostri cellulari? 3) vi fidanzereste mai con… Leggi il resto »

camu
Admin

@Baldo: maestro, prendo nota.

Federico Distefano
Ospite

Buondì, Camu! ^^ Due disegnatrici brave e soprattutto simpatiche, tendo a precisare! 🙂 A me non dispiace affatto, veder poste delle domande inusuali che rivelino un po’ della personalità dell’artista intervistato. Del resto, il loro tratto, bene o male, lo conosciamo e lo godiamo ogni volta che esce una vignetta nuova ma sapere che oltre all’abilità tecnica c’è anche una carica di simpatia e umanità, ci fa apprezzare maggiormente colui (o colei) che vi sta dietro. … x Baldo: Ehilà! Tienti pronto che quando arriveranno gli alieni del pianeta Sirio IV, le donne cadranno vittime del fascino assassino dei valorosi… Leggi il resto »

trackback
Calanda » Blog Archive » Canto primo: La sfiga oscura.

[…] E già che ci sono vi segnalo (con imbarazzante ritardo, ma non è stata colpa mia!!!) l’intervista doppia tra me ed Upetta fatta da Camu sul suo blog! Pucciare, leggere e commentare! […]