l’attesa è finita, la prima puntata è iniziata

Mancano poche settimane al debutto ufficiale della quarta generazione della Renault Clio, una vettura con alle spalle ben 22 anni storia (esordì sul mercato nel 1990 e da allora ha venduto più di 11 milioni di unità, stando alle statistiche di Quattroruote) e di miglioramenti continui, sia all’estetica che all’equipaggiamento ed agli accessori disponibili di serie. Una bella ragazza, volendo usare una metafora, nel fiore degli anni, che adesso sfila in passerella mostrando i sensuali lineamenti che l’età adulta (e gli ingegneri francesi) le hanno donato. Un paio di mesi fa ti avevo parlato della nuova campagna pubblicitaria Waiting4Clio che Renault sta promuovendo sul web in occasione del lancio di questo nuovo modello.

Un approccio originale che accompagna il pubblico verso il suo arrivo nelle concessionarie italiane, sfruttando, oltre alla tradizionale campagna pubblicitaria in tv, al cinema e stampa, anche i nuovi mezzi di comunicazione sociali. The Waiting, una web serie di sei puntate, è il fulcro intorno al quale ruotano tutte le iniziative promozionali, tra cui spicca il premio finale in palio: un viaggio ad Hollywood per 2 persone. Per partecipare invece al concorso a premi “Enigmi4Clio”basterà collegarsi alla Pagina Facebook di Renault Italia e scoprire gli indizi della settimana. All’interno di ogni puntata, infatti, troveremo piccoli enigmi da svelare.  Io ad esempio ho ne ho già trovato uno (senza barare, non mi piace… vincere facile), che ho prontamente inserito nel modulo di partecipazione su Facebook.

Adesso, dopo qualche settimana d’attesa, è stata pubblicata l’attesissima prima puntata di The Waiting. Protagonisti d’eccezione: Luca Argentero, Silvio Castiglioni e Alice Torriani. Stando a quello che si legge nel comunicato stampa, The Waiting racconterà le vicende di un uomo all’apice del successo che improvvisamente si ritrova immerso in un mondo inquietante, da cui man mano spariscono elementi vitali. Solo l’intervento della giovane compagna, che ha il volto di Alice Torriani, e l’incontro con un personaggio misterioso, il grande saggio interpretato da Silvio Castiglioni, guiderà il protagonista alla scoperta della verità.

 

 

 

Qui nel seguito farò cenno ad alcuni dettagli della puntata, quindi se non vuoi rovinarti la sorpresa, guarda il video prima di continuare a leggere. La scena iniziale sembra dipingere la solita routine quotidiana di una coppia, ma ben presto Luca si accorge che c’è qualcosa che non va: il rosso sembra sparire non appena Alice esce dal cortiletto di casa con la Clio. Le arance hanno un succo blu, i semafori per strada hanno colori inusuali, persino le vecchiette hanno le labbra tinte da un rossetto verde, anziché dal classico rosso. Tutto sembra già surreale, ma è l’apparizione di Silvio Castiglioni in una città improvvisamente deserta ad insospettire lo spettatore. In tutti questi piccoli dettagli quotidiani si rifletterà la personalità di Luca ed Alice, ciò che li distingue dalla massa. Una trama che prende in prestito canovacci tipici di serie televisive del mistero (il tizio pelato ha risvegliato in me ricordi di Fringe-iana memoria), ma che aggiunge quel tocco di freschezza e quel sapore tutto europeo che solo italiani e francesi sanno dare.

The Waiting, un serial diretto da Igor Borghi e prodotto dalla Mercurio Cinematografica, ha scelto di accostare un grande maestro come Silvio Castiglioni, tra i fondatori del CRT – Centro di Ricerca per il Teatro di Milano e direttore, dal 1998 al 2005, del Festival di Santarcangelo, oltre che interprete di grandi testi per il teatro, da Brecht a Pirandello, a una delle rivelazioni più interessanti del cinema italiano, Luca Argentero, protagonista di grandi successi di critica e di incassi, da Saturno contro di Ferzan Ozpetek (2007) a Lezioni di cioccolato di Claudio Cupellini (2007) e Lezioni di cioccolato 2 di Alessio Maria Federici (2011).

Articolo sponsorizzato

Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami