cassatedde di ricotta

Il tempo che si passa in cucina in questi giorni è generalmente molto maggiore alla media annuale. Cene con i parenti, inviti a casa di amici, semplici visite di cortesia. Ogni occasione è buona per assaggiare un dolcino, magari fatto in casa. Ecco allora che ti voglio proporre una ricetta semplice, adatta ad essere abbinata anche agli incontri più “impegnativi” per lo stomaco. Un dolce tipico della tradizione siciliana: le cassatine (o crostatine) di ricotta.

il dolce pronto, su un piatto da tavola

Ingredienti per 15 cassatedde

Per la pasta brisée: 300 grammi di farina, 150 grammi di burro, un cucchiaino di sale, 90 grammi di latte scremato. Per il ripieno: 250 grammi di ricotta (ideale se di pecora), 150 grammi di zucchero, 1 uovo, 1 cucchiaino di cannella. Possibili combinazioni: arancia candita, pinoli, cocco a scaglie, cacao amaro in gocce, a scelta.

Tempi e strumenti

Il burro sarà pronto in 40 minuti, l’impasto in 20, e simili tempi ci vorranno per la preparazione delle cassatedde e la cottura. Avrai bisogno di un forno (dici che era sottinteso?), due terrine, un mattarello, una tazza di diametro circa 15 centimetri, una teglia da forno grande, carta forno, forchetta e cucchiaio.

Ammorbidisci il burro a temperatura ambiente circa 40 minuti prima di iniziare. Quando il burro è malleabile, versalo in una terrina insieme a quasi tutta la farina ed il sale. Comincia ad amalgamare il tutto con le mani, tirando e compattando l’impasto per renderlo più elastico. Dopo qualche minuto, versa il latte e continua a impastare. Versa poi il resto della farina per “asciugare” l’eventuale appiccicosità dell’impasto. Per un buon risultato, l’impasto deve essere infatti compatto, non si deve attaccarsi alle mani o alla terrina, e deve risultare leggermente elastico.

Mentre la pasta brisée riposa, prepara il ripieno: in una terrina metti la ricotta, l’uovo, lo zucchero e la cannella. Se hai deciso di provare uno degli altri ingredienti suggeriti come variante, aggiungi pure quello. Mescola tutto con una forchetta per circa 10 minuti fino ad ottenere un impasto denso e omogeneo, non troppo liquido. In caso servisse addensare il ripieno, puoi aggiungere un po’ di zucchero e farina, ma senza esagerare!

Ora la parte più ardua: stendere la pasta brisée. Dividi la grossa palla in palline più piccole e stendile fino ad avere uno spessore di 3 millimetri. Metti la carta forno nella teglia. Aiutandoti con la tazza di 15 cm, ritaglia dalle sfoglie dei dischi, e arricciane i bordi per formare le crostatine. Per arricciare i bordi prendi un estremo del disco e “pizzicalo” con le dita, e fai così per tutto il dischetto.

Riponi questi “contenitori” così ottenuti uno a fianco all’altro sulla teglia. Quando la teglia è piena, aiutandoti col cucchiaio, riempili (non troppo, perché il ripieno gonfia nel forno) con un po’ di impasto per uno e fai cuocere per circa 20 minuti a 200 gradi. A me piace spolverarli con altra cannella, prima di servirli in tavola.

4
Lascia una recensione

Please Login to comment
2 Comment authors
Ricetta Cassateddi Siciliani - Vincenzo La RosacamuVincenzo La Rosacamu Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback

[…] de cassateddi i Pasqua”, riferendosi ad un tipico dolce della tradizione locale, le cassateddi, preparato appunto durante le festività pasquali. Visto che ho già pubblicato quella ricetta, […]

Vincenzo La Rosa
Ospite
Vincenzo La Rosa

se riesco mi faccio scrivere la ricetta da mia nonna.. 😉 le fa buonissime e magari se è d’accordo faccio un video dove gli faccio spiegare come si fanno.. 🙂

camu
Ospite
camu

@Vincenzo La Rosa: e poi pubblichiamo il video a “reti unificate” 🙂 Sarebbe fantastico!

trackback
Ricetta Cassateddi Siciliani - Vincenzo La Rosa

[…] giorno fa leggendo un’articolo dal blog “duechiacchiere.it” (http://www.duechiacchiere.it/cassatedde-siciliane-ricotta-dolci anche se un po datato xd ) mi si è accesa la lampadina.. mi sono messo con la mia cara nonna, ed […]